L’intervista al Mister #5

Ciao Mister, a mente fredda come giudichi la partita di domenica contro l’Edera?

Partita difficile come ci aspettavamo… siamo stati bravi ad adattarci al tipo di campo e a sfruttare nel finale le occasioni che abbiamo creato.


Federico Braga ha segnato due gol, Anastasi pure e il solito Inzerauto. C’è da essere felici, tuttavia non sono mancati i soliti errori sotto porta che ci avrebbero concesso di vincere più comodamente.

Il primo tempo è stato più equilibrato, peccato per il rigore De Martiis perché avrebbe meritato la gioia del primo gol per come sta facendo, ma arriverà… abbiamo la fortuna di avere un parco attaccanti di qualità…

 
Il campo era pessimo, al limite del giocabile. Pensi che i ragazzi abbiano sofferto più questo dell’avversario?

Loro giocano sempre su quel campo che è totalmente diverso rispetto ad un campo normale quindi credo che abbia condizionato non poco il nostro modo di giocare.


Dal punto di vista tattico abbiamo visto arretrare Castellucci in mezzo alla difesa e giocare capitan Facciolo a centrocampo. Come mai questa scelta? 

Loro erano veloci e rapidi davanti, il capitano per via di problemi fisici sta stringendo i denti e stava soffrendo quindi ho scelto di arretrare Castellucci perché ha più velocità. Sono comunque due centrocampisti che grazie alla loro esperienza si riescono ad adattare anche in difesa.


Temi cali di concentrazione da parte dei ragazzi? Ti vediamo spesso lavorare sulla mentalità. 

Affronteremo la capolista quindi se avremo un calo di tensione allora non potremo mai aspirare a vincere il campionato… 


Rispetto alle altre gare, quella con l’Edera non ha un protagonista che ha “sbloccato” il risultato. È sembrata piuttosto una vittoria del gruppo. 

Direi di sì perché comunque non abbiamo concesso molto. Non è un gol subito che cambia la situazione. È stato bravo il loro attaccante, ma è la reazione al loro gol che mi è piaciuta.


A leggere le statistiche il Vestenanova è una macchina da gol: 16 all’attivo contro i nostri 13. Ben altro dicono i gol subiti: loro 7 in 6 partite. Che gara ti aspetti?

Gara difficile perché la classifica parla chiaro… per il resto ogni partita fa storia a sé, sarà una gara difficile come lo sono state tutte fino ad ora.


Il campionato è lungo, ma sabato prossimo contro il Vestenanova ci sarà il classico scontro al vertice, che potrebbe dare qualche indicazione. Con quale spirito affronterete questa settimana di lavoro?

Lo spirito resta lo stesso, allenarsi e prepararsi al meglio per provare a vincere anche questa gara.