Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp

L’intervista al Mister #3

Ciao Mister, è stata la partita più difficile?

Partita non facile, combattuta su un campo insidioso… abbiamo conquistato una grande vittoria in 10 uomini contro un ottimo avversario.

La squadra domenica non ha sofferto tantissimo, le occasioni degli avversari sono state poche, eppure l’impressione è stata di un grande dispendio di forze.

Sì, abbiamo speso tanto anche perché per la prima volta non ho utilizzato tutti i cambi, ma avevamo trovato un assetto e in panchina avevo ragazzi con altre caratteristiche.

La tua formazione ha un’ossatura centrale precisa e sfrutti molto le fasce per aprire la difesa avversaria. Pensi che i ragazzi siano stati un po’ penalizzati dalle condizioni di un campo non eccellente, e che questo li abbia costretti troppo spesso a scegliere i lanci lunghi?

L’aspetto principale che ha fatto sì che cercassimo più profondità piuttosto che giocare è semplicemente perché avevamo scelto di non andare ad attaccarli alti perché avendo esterni veloci, volevamo dargli campo da attaccare.

Siamo alla terza partita: un giudizio sulla qualità di questa Terza categoria?

Beh contro di noi tutti danno qualcosa in più, in generale vincere non è mai facile.

Abbiamo vinto, abbiamo sofferto hai detto “se fosse finita in pareggio non sarebbe stato ingiusto”, cosa hai detto ai ragazzi nello spogliatoio?

Ho fatto i complimenti perché hanno lottato e ci hanno creduto… questo è lo spirito giusto.

Pensiamo alla prossima gara: come si tiene alta la tensione e come non ci si monta la testa?

Siamo alla terza giornata, siamo secondi e abbiamo un obiettivo da raggiungere… Non abbiamo fatto nulla per cui montarci la testa.

Si è sbloccato Anastasi, Inzerauto non ha segnato ma ha fatto una partita eccellente, hai una difesa solida e un centrocampo estremamente dinamico. Dove vuoi migliorare?

Gli aspetti da migliorare sono nella gestione delle gare… ogni partita è diversa, dobbiamo ancora capire la nostra vera forza e poi sfruttare le nostre qualità… molti ragazzi hanno avuto poco spazio ma ho grande fiducia in loro e arriverà anche il loro momento…

Sono felice per Valerio, è per noi un giocatore molto importante.

Com’è la condizione atletica dei ragazzi?

La condizione migliorerà di settimana in settimana.

Prossima partita: si gioca in casa per la seconda volta. Cosa ti aspetti dalla squadra?

Mi aspetto che affronti una settimana di lavoro intensa per ottenere il massimo dalla gara di sabato.

Molti si aspettano una nuova favola “di periferia” tu cosa ti aspetti?

Credere nelle favole non costa nulla ed è bello, ci credo anch’io…

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp