Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp

L’intervista al Mister #12

Campo difficile, avversario tosto e molto fisico. Ne esce un pareggio che forse non ti soddisfa? 

Sì, campo pesante e avversario molto fisico. Pareggio giusto e buon punto.

La squadra sembra aver perso un po’ di brillantezza, soprattutto in fase di costruzione. Chiaro che i campi pesanti penalizzano i tuoi, ma forse manca un po’ di fisicità. 

Non siamo una squadra fisica e per gran parte del campionato abbiamo dovuto fare a meno di giocatori importanti. Mettiamoci anche l’inattività di tanti ragazzi negli ultimi anni, un calo con i primi campi pesanti era prevedibile.

Oggi un super Pavoni ha messo un po’ di pezze su qualche azione davvero pericolosa della Fumanese. Un po’ in difficoltà invece il reparto offensivo che ha faticato con una difesa molto ben piazzata. 

L’affidabilità di Pavoni non la scopro certo io, anche oggi ha fatto alcuni interventi importanti. Davanti, viste le nostre caratteristiche, certi campi non ci avvantaggiano certo. 

Il rientro dal primo minuto di Gasparato ha dato un po’ di esperienza? Lo hai recuperato al 100%?

Gaspa ci è mancato tanto, è un giocatore importante. Sapere di avere un giocatore con personalità e qualità dà sicurezza a tutta la squadra. Purtroppo il non allenarsi con continuità e l’età contribuiscono a dargli oggi un tempo di autonomia limitato, ma oggi mi è piaciuto.

Forse oggi chi ha sofferto di più sono le fasce che non sono riuscite a spingere come di solito fanno per dare profondità al gioco. 

Abbiamo commesso parecchi errori tecnici e potevamo sfruttare meglio tante azioni.

Il campionato è entrato in pausa. Dopo il risultato pieno contro il Pozzo, con una classifica che vi vede, per ora, dominare, che voto dai alla squadra? 

Voto altissimo. Costruita in 2 giorni, senza conoscersi chiudiamo un girone con 10 vittorie, una sconfitta e un pareggio. Sono molto soddisfatto.

C’è questo caso Facebook: la piattaforma ha cancellato dall’oggi al domani la pagina della Clivense. Vuoi fare un appello anche tu? 

È abbastanza prevedibile chi può aver segnalato la pagina e di conseguenza farla bloccare. In questa prima parte di campionato ho visto calciatori di altre squadre venire a tifare contro la Clivense, tifoserie avversarie molto più concentrate ad insultare piuttosto che tifare. Sapevo che potevamo attirarci antipatie viste tutte le attenzioni che abbiamo, ma alle volte ci si dovrebbe ricordare che nasciamo dal niente, che stiamo facendo tutto con impegno e che soprattutto non abbiamo mai mancato di rispetto a nessuno.. La cosa certa è che può succedere qualsiasi cosa, ma non ci fermeremo di fronte a niente perché siamo limpidi, ma anche molto determinati. Presidente in primis!

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp